“EMERGENCY L’associazione umanitaria fondata nel 1994 da Gino Strada “per portare aiuto alle vittime civili delle guerre”, ha sviluppato importanti progetti con il Gruppo BPER (Banca Popolare dell’Emilia Romagna). Tra questi spiccano le carte di credito solidali Emergency Card e Bpercard Emergency, ampiamente pubblicizzate sul sito di Emergency.
Il Gruppo BPER offre da tempo servizi al COMMERCIO LEGALE DI ARMI…”
http://www.unimondo.org/Notizie/Due-aprile-pacifisti-in-piazza-col-conto-armato

Kash Gabriele Torsello

Ennesimo attacco mediatico di Gino Strada contro le spese militari del Governo italiano. Le ritiene responsabili per le atrocità della guerra e rivendica l’operato della sua Emergency che potrebbe utilizzare parte di quei fondi per continuare a costruire ospedali e cliniche in zone ‘ostili’.

Nel suo recente articolo ‘La Banalità del Bene di Gino Strada’ pubblicato online da ‘Il Male’ scrive: “E che cosa sarebbe successo, invece, se i soldi che ci hanno rubato per fare la guerra fossero stati investiti in ospedali, scuole, strade, posti di lavoro? Forse avrebbero portato, questa volta per davvero, la pace, la democrazia, i diritti.”

La spesa militare può essere ridotta ma non eliminata. Da lungo tempo è innescato un sistema globale in cui il budget per la Difesa è divenuta priorità indiscussa per ogni Stato, anche per quelli che sono neutrali e contrari alla guerra. Viviamo in un Mondo in cui…

View original post 369 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: